Razer – Novità dall’E3 2016

Tutte le novità da L.A.

Razer – Novità dall’E3 2016

Los Angeles – La scena hardware PC, costantemente in movimento se comparata con la controparte console, vede in Razer uno dei produttori “cutting-edge”, uno di quelli che qualsiasi appassionato di PC Gaming duro e puro non può non considerare come suo principale alleato al fine di dimostrare la superiorità della Glorious PC Master Race nel poliedrico mondo del gaming. Il produttore Californiano si è guadagnato sul campo questa qualifica mediante il rilascio sistematico e graduale di una serie di periferiche che, oltre a gratificare l’occhio dei gamer più esigenti mediante device completamente customizzabili quanto a tinta cromatica, permettono agli stessi di trarre il massimo dalle loro esperienze di gaming grazie a soluzioni tecnologiche sempre all’avanguardia e sistematicamente Player-oriented. Qui all’E3 2016 abbiamo avuto modo di osservare sia principali novità ed i restyling di vecchie periferiche che la discesa di Razer nel campo della VR mediante l’HDK 2. Procediamo dunque con ordine!

Razer Blade Gaming Laptop

rzrblade14-10

Una intera sezione del booth Razer è stata dedicata, con un netto incremento di spazio e di modelli presentati, ai portatili da gaming made in Razer: i Razer Blade Gaming Laptop rappresentano infatti la soluzione, proposta dallo sviluppatore californiano, per tutti i videogiocatori che abbisognano di fruire in totale mobilità dei loro titoli preferiti. La parte del leone è stata rivestita dal Razer Blade 2016 che, grazie ad un processore i7-6700HQ (Skylake), 16 Gb di ram DDR4, SSD da 512Gb e una GTX970M dotata di ben 6GB di GDDR 5, permetterà di sfruttare appieno lo schermo 4k touch da 14″ di cui è dotata questa soluzione gaming “portatile” made in Razer; inutile confermare la presenza della funzionalità CHROMA sulla tastiera: ogni singolo tasto sarà rimappabile cromaticamente, potendo scegliere il colore di riferimento da una palette di ben 16,8 milioni di colori.

Prezzo: da 1999,99$ (ancora da verificare l’arrivo sul mercato europeo)


Razer Core External Graphics Card Dock

razer-blade-portability-performance

Razer è da sempre sinonimo di attenzione nei confronti della sua utenza. Dove infatti altri sviluppatori lasciano in balia degli anni le soluzioni hardware, più o meno performanti, presenti a catalogo, lo sviluppatore californiano è riuscita nel difficile compito di creare un ecosistema gaming modulare, fin’anche in ambito portatile. Se siete infatti tra i fortunati possessori dell’oramai “vecchio” Razer Blade Stealth sarete consapevoli che, nonostante la bontà dell’hardware a vostra disposizione, difficilmente riuscirete a far girare i giochi più recenti “maxati”, a causa della naturale, velocissima, obsolescenza dell’hardware in ambito pc. Razer ha dunque ideato una sorta di dock esterno, compatibile esclusivamente con i sistemi da gaming Razer, grazie al quale sarà possibile installare le ultimissime schede video NVIDIA o RADEON e collegarle, mediante interfaccia USB-C al vostro portatile da gaming in modo da non dover scendere a compromessi di sorta quanto a framerate o quanto a risoluzione.

Prezzo: 499,99$ (ancora da verificare l’arrivo sul mercato europeo)


Razer HDK 2

OSVRHDK2

Il tour nel booth Razer si è concluso con il lancio del pezzo da 90, la novità che, parzialmente inattesa, ha tutte le carte in regola per rivoluzionare il neonato mercato della realtà virtuale. L’HDK 2 (Hacker Development Kit 2), sviluppato in collaborazione da Razer e Sensics, altro non è che un visore di realtà virtuale completamente open source capace, stando alle specifiche tecniche, di rivaleggiare senza problema alcuno con HTC Vive ed Oculus Rift: l’HDK 2 è infatti dotato di un doppio schermo OLED a 90Hz avente risoluzione massima di 2160 x 1200 capace di riprodurre una esperienza di realtà virtuale fino a 90fps. In aggiunta ad una dotazione hardware di tutto rispetto è giunto l’annuncio, da parte del consorzio Open Source Virtual Reality, dell’istituzione dello OSVR Developer Fund, un programma di accoglienza ed accellerazione delle fasi di produzione di software VR Related che metterà a disposizione degli sviluppatori ammessi alla fruizione dello stesso, la somma di 5 milioni di dollari: grazie a questo fondo tutti gli sviluppatori VR potranno dedicarsi allo sviluppo dei software dedicati ai visori di realtà virtuale senza doversi preoccupare di politiche di DRM o altro, avvalendosi delle infrastrutture open source messe a disposizione da Razer. L’accoglimento di uno o più sviluppatori nell’ambito di questo programma di supporto vedrà Razer acquisire il codice da loro realizzato in cambio del supporto di tutta la community iscritta allo stesso, al fine di creare un ecosistema VR completamente open source.

L’HDK 2 giungerà sul mercato a Luglio 2016 al prezzo di 399,99$


Come al solito Razer non delude le aspettative, presentando una lineup di quantità e qualità al tempo stesso: peccato per il mancato arrivo, almeno per il momento, di alcuni interessanti particolari in Europa. Attendiamo dunque notizie a riguardo!







L'Atari 2600 gli aprì una nuova prospettiva di vita; il PC, sin dagli arbori, fu la sua casa natale: dal 2008 è disperso nella wasteland alla ricerca di bamboline della Vault-Tec...

Lost Password