Hori Fighting Stick Mini – Recensione

Hori Fighting Stick Mini – Recensione

Portatile e preciso. 

Gli arcade sticks hanno accompagnato la vita di molti gamers sin dai remoti anni novanta (e anche oltre…). Simbolo della generazione delle sale giochi, queste periferiche sono essenziali per i giocatori che amano il genere picchiaduro.

Vantando una migliorata reattività e precisione durante gli inserimenti di combo e mosse speciali, gli arcade sticks sono diventati, negli anni, essenziali per i professionisti che si portano la loro attrezzatura in giro per il globo durante i tornei.

Hori ci viene incontro proponendo il suo FightStick Mini, versione ridotta dei più blasonati ed ingombranti Real Arcade Pro, ma comunque in grado di offrire una ottimale esperienza di gioco in tutti i picchiaduro più recenti, sia su PS4 che su PS3.

Vediamo come il piccolo di Hori si è comportato alla prova con i picchiaduro più recenti, come Mortal Kombat X eStreet Fighter V.

HORI FIGHTING STICK MINI 4

Azienda: Hori

Connessione: Cavo da 2,1 m

Compatibilità: PlayStation 4, PlayStation 3

Tasti: 11

A prima vista la periferica di Hori si presenta con un design compatto ma robusto; il colore dominante è il nero, ed il pomello dello stick regala subito una ottima sensazione grazie anche al feedbackclicker‘ che ci ricorda tanto le sale giochi.

A differenza di altri arcade stick di dimensioni altrettanto ridotte, Hori ha pensato (a ragion veduta) di inserire tuttigli otto pulsanti arcade vicini sulla superficie della periferica, minimizzando leggermente le dimensioni dei tasti. Sulla nostra plancia troveremo quindi oltre ai classici triangolo, cerchio, quadrato ed x, anche R1, R2, L1 ed L2, esattamente come nei più blasonati arcade di dimensioni più generose.

Nella parte alta del prodotto troviamo i tasti PS, Options, Share ed un comodo switch che ci permetterà di utilizzare il Fighting Stick Mini sia su PlayStation 4 che su PlayStation 3. Non sono presenti altri pulsanti, pertanto i giocatori PlayStation 4 troveranno una leggera scomodità nell’assenza di un touchpad integrato, ma per la fascia di prezzo nella quale è inserito il Fighting Stick Mini è facile soprassedere a questa piccola mancanza.

La periferica di Hori si presenta con un design compatto ma robusto.

Una volta connesso il nostro Fighting Stick Mini, ci basterà premere il tasto PS per farlo riconoscere immediatamente alla console. Fatta eccezione per la mancanza del touchpad, la periferica di Hori è in grado di rimpiazzare senza problemi il controller tradizionale. La struttura del pad appare solida ed incline a numerose battaglie; il prodotto può essere appoggiato ad una qualunque superficie piana ed è dotato di piedini antiscivolo. Il nostro piccolo stick non è dotato di un sistema di gestione del cavo di collegamento USB (date le ridotte dimensioni) pertanto lo stesso andrà sistemato a parte dopo l’uso.

Nonostante la risposta dello stick sia più che ottima, il feedback rilasciato dai tasti risulta leggermente ‘spugnoso’. La pressione delle dita sui pulsanti va esercitata leggermente più a fondo, in modo da avere un feedbackdi risposta immediato a schermo. Il feeling dei tasti appare quindi un poco ovattato, anche se con la continua pratica questa sensazione tende a scomparire.

Un’altra piccola nota negativa risiede nel montaggio della sfera all’estremità dello stick; questa infatti non è fissata e si ritroverà quindi a ruotare fra le vostre dita. Nel peggiore dei casi questo difetto renderà più difficile l’inserimento di qualche combo.

Avviato Street Fighter V è impossibile non notare che l’inserimento di mosse speciali e combo è leggermente facilitato rispetto al pad tradizionale. Grazie alle shortcuts inseribili con lo stick, riusciremo a eseguire tecniche complesse con più semplicità e rapidità. Stesso commento per Mortal Kombat X: Fatalities e X-Rays combos hanno un inserimento più semplice e veloce che rispetto a quanto possibile fare con il DualShock 4.

Le dimensioni ridotte rendono il Fighting Stick Mini un perfetto compagno di viaggio, nonché una scelta indispensabile per chi ha problemi di spazio e non può permettersi di avere un ingombrante arcade set sulla scrivania.

L’utilizzo della periferica di Hori non è limitato ai picchiaduro; il prodotto è infatti dotato di una interessante funzione di fuoco rapido attivabile tenendo premuto il comando di sparo durante le sessioni più intense. Tuttavia, data la mancanza del touchpad, ci sentiamo di consigliarne l’uso su FPS della scorsa generazione, in special modo su PlayStation 3.

Le dimensioni ridotte rendono il Fighting Stick Mini un perfetto compagno di viaggio, nonché una scelta indispensabile per chi ha problemi di spazio

Una volta presa confidenza con il pomello sarà interessante vedere mosse apparentemente complesse diventare più semplici grazie a scorciatoie eseguibili con veloci pressioni dello stick. In particolar modo l’effetto è aumentato in picchiaduro frenetici e veloci come Street Fighter V.

Il prodotto non è ideato per funzionare con PC Windows, tuttavia alcuni giochi con input diretto pare funzionino senza particolari problemi. Il discorso cambia se abbiamo intenzione di giocare a Street Fighter V suSteam, poiché Capcom al momento non supporta nativamente questo fightstick. Avremo quindi bisogno di scaricare software di terze parti (come JoyToKey) e riconfigurare il nostro arcade set in modo da renderlo compatibile con il PC.

Il prodotto confezionato da Hori è comunque solido e versatile; piccoli difetti come la mancanza del touchpad per la massima compatibilità con il sistema PS4 non possono oscurare un prodotto decisamente interessante, specie per il price tag con cui viene proposto. Infatti per 39,99 euro il piccolo arcade set di Hori è al momento il migliorfightstick mini in circolazione.

In conclusione…

Hori Fighting Stick Mini è un prodotto eccezionale per la fascia di prezzo a cui appartiene. Versatile, portatile e preciso, il piccolo arcade set è in grado di aiutarvi nei più spinosi combattimenti dei picchiaduro più frenetici.

Piccole mancanze come l’assenza di un touchpad dedicato per PS4, la sfera del pomello che ruota fra le dita e l’impossibilità di sostituire i pulsanti non possono assolutamente scalfire il giudizio positivo che ilfightstick di Hori si è oltremodo meritato.

Consigliamo il Fighting Stick Mini in particolar modo a principianti dell’arcade e fan dal budget limitato, ma anche a professionisti del viaggio che non possono fare a meno di avere il supporto giusto per un match on the road.

Il piccolo di Hori si guadagna così la promozione a pieni voti, un KO dopo l’altro.

VOTO 8/10

Nato nel medioevo videoludico, i fantastici anni ’80, Amedeo è cresciuto con i grandi classici del gaming, passando per tutte le console sulle quali riuscisse a mettere le mani. Appassionato fino alla morte di Star Wars e The Witcher, vive fra mondi fatti di LEGO e GDR cartacei. Nel tempo libero gli piace dare legnate in palestra e leggere libri.
  • mib_mario

    comprato assieme a SFV per provare a giocarci con un arcade stick senza spendere troppi soldi. Unico neo da rilevare, a parte il già segnalato comportamento dei pulsanti, è la posizione un po’ scomoda della mano sinistra per mancanza di un appoggio adeguato. Devo invece dire che a mio parere è ottimo per imparare la precisione nell’esecuzione, dato che qualunque movimento troppo brusco lo sposta, facendo fallire immancabilmente il resto della combo T_T

  • Amedeo Davit

    Tenendolo appoggiato su un piano non ho avuto molti problemi col pomello, a parte la sfera che gira fra le dita. Ma come rapporto qualità/prezzo è praticamente impossibile trovare di meglio!

Lost Password