Miglior Sparatutto – Gamesoul Awards 2015

Miglior Sparatutto – Gamesoul Awards 2015
È

ormai noto che la forza trainante di buona parte dei videogiochi oggi in circolazione, è la compagine multiplayer, cresciuta esponenzialmente soprattutto grazie al recente successo dei giochi dove la priorità è sparare a tutto ciò che si muove.

Negli anni abbiamo osservato le più svariate modalità prendere forma sotto i nostri stupefatti occhi, ammirando il progressivo aumento del numero di giocatori in contemporanea, l’utilizzo di molteplici mezzi di trasporto o di attacco, l’evoluzione del proprio alter-ego virtuale attraverso l’acquisizione di nuove abilità, armi o equipaggiamenti. Un nuovo modo di giocare, di competere e di collaborare con altre persone, sfruttando le caratteristiche online di console e PC. Con l’uscita di PS4 e Xbox One, sono arrivate anche le funzioni “social”: ora il videogioco non termina quando si spegne la piattaforma, ma continua grazie ai video pubblicati online, agli obiettivi, ai trofei, agli screenshot d’autore.
Tutte estensioni necessarie di un medium in continua mutazione, che in un modo o nell’altro ha trovato nel multiplayer online, il proprio inesorabile futuro. Ma il genere che più è stato trainante negli anni e tuttora si presta meglio a queste possibilità, è senza dubbio quello degli sparatutto.

Nel 2015 abbiamo avuto modo di godere di eccellenti sparatutto, che seppur in alcuni casi non hanno portato particolare innovazione nel genere, hanno senza dubbio contribuito a migliorare la scena videoludica globale.
Impossibile non citare quindi Call Of Duty Black Ops III, che puntuale come ogni anno, si appresta ad invadere i salotti di mezzo mondo, grazie alla spaventosa schiera di fedelissimi fan che apprezza la velocità e la brutalità degli scontri, questa volta impreziositi da una modalità zombie curata e longeva; Destiny, che ritorna prepotentemente sul campo con Il Re Dei Corrotti, le sue rodate dinamiche cooperative e competitive ed un nuovo appassionante capitolo della sua storia, con somma gioia degli esploratori spaziali che ancora si aggirano per il nostro sistema solare; persino il nuovo Halo 5: Guardians può essere annoverato tra le esperienze shooter più appaganti di quest’anno, nonostante le critiche sull’eccessiva approssimazione della campagna single-player, troppo breve e con troppi punti interrogativi lasciati irrisolti.
Ci sono anche apprezzate produzioni inedite (o quasi), come Splatoon, shooter esclusivo di casa Nintendo, il quale porta a casa un inaspettato successo da parte di giocatori e critica grazie a colpi di pittura, dimostrando che il WiiU riesce ancora a regalare titoli imperdibili, o il recentissimo Star Wars Battlefront, benché soffra di alcune lacune e sommari difetti, è riuscito a conquistare una buona fetta di pubblico, grazie ad un gameplay impeccabile e la licenza di un franchise miliardario amato da grandi e piccini.

Adesso tocca a voi: votate in basso il gioco che secondo voi merita di vincere questo premio!


Splatoon


Halo-5-Guardians


Call-of-Duty-Black-Ops-III


Star-Wars-Battlefront


Destiny-il-Re-dei-Corrotti


And the winner is…

sparatutto

Qual è stato il Miglior Sparatutto del 2015?

  • Call of Duty Black Ops III (40%, 1.082 Votes)
  • Destiny: il Re dei Corrotti (20%, 550 Votes)
  • Star Wars Battlefront (18%, 499 Votes)
  • Splatoon (12%, 325 Votes)
  • Halo 5: Guardians (10%, 259 Votes)

Totale Voti: 2.715

Loading ... Loading ...







Amante dei tatuaggi e del buon vino, crede fermamente nella vita extraterrestre. Ha una passione viscerale per i videogames maturata nel tempo, che lo ha portato a scrivere per molte riviste italiane e siti web specializzati nel settore.

Lost Password