GTA V – Analisi Xbox One vs Ps4

GTA V – Analisi Xbox One vs Ps4

Nonostante sia “mind-blowing” il fatto che GTA V abbia visto la luce quasi un anno e mezzo fa, il gioco è assolutamente attuale e moderno, grazie anche alle versioni per Xbox One e PS4 uscite recentemente, che hanno staccato di molto quelle originali per Xbox 360 e PS3, fissando un notevole margine dalla generazione precedente.

Il lavoro di Rockstar non si è limitato a portare tutto a 1080p, aggiornando invece tutte le textures presenti nel gioco, da quelle della vegetazione a quelle dei paesaggi che ora danno ancora di più la sensazione di essere immersi in un mondo virtuale di bellezza pari alla realtà. Ogni dettaglio è curato minuziosamente per equilibrare l’esperienza di gioco, in modo che non ci siano elementi che prevalgano sugli altri per bellezza o definizione: ad esempio, non avrebbe senso dare ai paesaggi una risoluzione evidentemente minore rispetto a quella delle macchine; di sicuro non vedremo dettagli pari a Forza, Driveclub e Project: CARS, ma le finiture e i dettagli cromati sono comunque qualcosa di eccezionale per un gioco del genere, improntato maggiormente sulla dimensione della mappa e sulla quantità e varietà di cose da fare.

Tra le versioni Xbox One e PS4 non c’è alcuna differenza nella gestione della risoluzione e del frame rate, equivalenti a 1080p/30fps: in questo modo è molto più facile effettuare una comparazione equilibrata tra le due console, grazie anche ai video prodotti da GamingBolt.

Nei miglioramenti che invece vengono direttamente gestiti dalla console si può citare un migliore uso dell’anti-aliasing, che ha portato a notevoli cambiamenti rispetto alla generazione precedente, in termini di luce, riflessi e bagliori che ora danno maggiore profondità e realismo ai dettagli, senza contare ombre che non presentano più le orme troppo pixelate tipiche della old-gen. E nonostante il filtro delle texture non sia variato, l’aggiunta di luci dinamiche ed effetti volumetrici hanno potuto variare di molto l’esperienza di gioco, portando ad ambientazioni notturne con illuminazione più realistica.

Il passaggio alla nuova generazione ha presentato migliorie anche nella gestione di NPC e traffico, notevolmente aumentati per dare un look più metropolitano alla città, cosa che era indubbiamente mancata in GTA: San Andreas, dove le macchine andavano lente anche sulle autostrade: ora la vita cittadina, insieme alle reazioni delle persone e degli automobilisti, dà la sensazione di non essere più “soli” nel gioco, nonostante si sia in single-player. Da notare anche l’assenza di motion-blur durante la guida, cosa che a folli velocità si trasforma in una sensazione di “piattezza” che riduce, anche se minimamente, il piacere di guidare.

Degni di nota sono gli effetti dell’acqua e il meteo, già eccellenti nelle versioni old-gen e ulteriormente migliorati nella generazione attuale. Il cambio di scenario tra un cielo sereno e un temporale coi fiocchi è talmente graduale da sembrare realistico, con le nuvole che si addensano fino a creare l’atmosfera cupa che precede l’acquazzone. Guidare durante un temporale si dimostra così piuttosto divertente e impegnativo, specialmente in prima persona: gli effetti di luce, tra bagliori dei fari sull’asfalto bagnato e fulmini che solcano il cielo, portano gli occhi a chiudersi leggermente per focalizzare la vista, inutilmente dato che si tratta di un videogioco, ma proprio come si farebbe guidando nella vita reale.

Ma se tutti questi aspetti si rifanno ad entrambe le console, quale delle due è effettivamente la migliore nel gestire l’imponenza di GTA V?

Purtroppo il confronto sotto il punto di vista del processore è “contaminato” dal fatto che PS4 fa forza sulla GPU nettamente superiore, mentre Xbox One si dimostra molto più avanti con la sua CPU, recentemente aggiornata da Microsoft per gestire meglio i giochi in generale. La differenza tra le due non si nota nelle textures, nella risoluzione, nella fisica e nelle geometrie, bensì più nella gestione dei colori e degli effetti delle lenti: nella versione PS4 è indubbiamente vero che i colori sono più slavati e meno contrastati, portando ad un effetto nebbia anche nei panorami più limpidi, eppure gli effetti lenticolari sono migliori, con flares realistici provenienti dalla luce del Sole e dai lampioni, quasi assenti o semplicemente impercettibili su Xbox. Anche lo stesso bilanciamento dei bianchi porta a colori più caldi su Xbox One e più freddi su PS4, mentre la luminosità è nettamente migliore per la console di Microsoft, che, nonostante il contrasto lievemente oltre il necessario, porta a paesaggi notturni più realistici e meno inquinati dalla luce della città.

In conclusione, la maggior differenza visibile resta quella tra old-gen e current-gen, con miglioramenti che hanno aggiornato GTA V in modo da renderlo un validissimo gioco di ultima generazione.

La decisione tra Xbox One e PS4 resta basata su dettagli minimi che possono essere anche tralasciati: insomma, non ha senso scegliere tra una console e l’altra se il gioco in questione è GTA V; dato che il titolo è per entrambe le piattaforme, è molto più sensato comprare Xbox One o PS4 in base alle rispettive esclusive e ai propri amici, escludendo le diatribe su quale delle due dia un’esperienza grafica migliore. Dopotutto, quello che conta è il gameplay.


Fonte

Sta cercando da tempo di trasformare le sue passioni in un vero lavoro. A parte i videogiochi, ciò che sogna è essere regista/sceneggiatore di un film, visto l'amore per fotografia e video-editing. Nel frattempo fa vedere quanto è scarso su Twitch (http://www.twitch.tv/ch_marcellomark).

Lost Password